martedì 29 gennaio 2013

Amelia De Giorgio - Udienza del 01 giugno 1994 - Prima parte

La signora Amelia De Giorgio fu ascoltata il primo giugno 1994 nel processo a Pietro Pacciani. Quelle che seguono sono le sue dichiarazioni. 
 
P.M.: Sì, Presidente. De Giorgio Amelia.
Presidente: De Giorgio Amelia?
P.M.: Sì, Presidente.
Presidente: La signora De Giorgio Amelia. Si accomodi, signora, buongiorno. Consente alle riprese televisive? No, quindi ci dispiace, signori, ma.. . Vogliamo far leggere alla signora la formula magica?
A.D.G.: "Consapevole della responsabilità morale e giuridica che assumo con la mia deposizione, mi impegno a dire tutta la verità e a non nascondere nulla di quanto è a mia conoscenza".
Presidente: Benissimo, vuol dare le generalità alla signorina, per cortesia?
A.D.G.: Io? Amelia De Giorgio, nata a Xxxxxxxx, il XX/XX/XX.
Presidente: Residente?
A.D.G.: Residente a Xxxxxx, via xxxxxxxx.
Presidente: Vuol rispondere alle domande del Pubblico Ministero per cortesia? Prego, Pubblico Ministero.
P.M.: Signora, lei ha mai abitato a Giogoli?
A.D.G.: Sì.
P.M.: Vuole spiegare dove esattamente e in quale epoca?
A.D.G.: Sì, ho abitato dall'80 all'85 in via Volterrana, 82.
P.M.: Lei sa, o ha saputo, dove è avvenuto, dove è stato ritrovato il furgone dove erano quei giovani tedeschi morti.
A.D.G.: Sì, certo, in via di Giogoli che praticamente è la strada confinante al muro della villa dove abitavo.
P.M.: Quindi il luogo... come lo ha saputo che è avvenuto lì?
A.D.G.: Già... 
P.M.: Abitava lì a quell'epoca?
A.D.G.: Si.
P.M.: Ecco, quindi l'ha saputo il giorno dopo oppure quando ha visto...
A.D.G.: No, una sera quando hanno ritrovato il furgone, perché ritornando a casa in macchina non potevo entrare nel cancello perché c'era la Polizia P.M.: Ecco, quindi l’ha saputo subito.
A.D.G.: Quando l’hanno ritrovato.
P.M.: Certo, certo. O che comunque lì in quel luogo era successo...
A.D.G.: Certo.
P.M.: A me interessava vedere se lei ora aveva ben presente il luogo. Senta, signora...
Presidente: La villa come si chiamava?
A.D.G.: Villa La Sfacciata.
Presidente: La Sfacciata, ecco, aveva un nome particolare.
P.M.: Ricorda, signora, se in quel luogo o nei pressi - poi abbiamo le foto, io gliele mostro e lei vede di indicarmi grossomodo se è quella la zona - se in quel luogo lei ha visto un motorino?
A.D.G.: Ricordo quando i Carabinieri sono venuti a chiederci...
P.M.: All'epoca.
A.D.G.: All'epoca. Sono venuti a chiederci se avevamo sentito qualcosa o visto qualcosa, ci siamo ricordati... anch'io, di aver visto un motorino fermo al cancello della villa, da qualche giorno.
P.M.: E questo cancello quant'è distante dai luogo dove poi era questo furgone?
A.D.G.: Sarà 20 metri.
P.M.: Questo motorino, lei ricorda, ha detto ora nei giorni precedenti, ho capito male? O il giorno preceden…
A.D.G.: No, il giorno che mi hanno chiesto se ho visto qualcosa, mi sono ricordata.. .
P.M.: Di aver visto...
A.D.G.: ... di aver visto fermo da due giorni questo motorino. Dopo l'accaduto però, prima non ci pensavo.
P.M.: Benissimo. Però ricorda quando l'aveva visto questo motorino?
A.D.G.: Qualche giorno prima dell'accaduto.
P.M.: Dell'accaduto. E era sempre fermo lì o era un motorino che a volte c'era e a volte non c'era? Oppure lei è passata talmente tante volte che è in grado di dirci questo?
A.B.: Per cortesia, la domanda.
P.M.: Quando l'ha visto, è la domanda, se lo ricorda signora. Lei ha detto: nei giorni precedenti. Io le dicevo, ricorda di averlo visto in qualche occasione oppure è un motorino che lei l'ha visto una volta, poi...
A.B.: La domanda.
Presidente: Ci dica tutto questo che ricorda su questo motorino.
P.M.: Ha visto si fa prima.
A.D.G.: Mi sono ricordata di aver visto un motorino che solitamente non c'è, lì al cancello.
P.M.: Bene, allora, andiamo un attimo per ordine. Possiamo mostrare il luogo alla signora, per vedere...
Presidente: Così capiamo anche noi bene.
P.M.: Si, sì, certo, certo. Ci sono le foto, se loro ricordano, fatte la mattina successiva al ritrovamento, dalla Polizia Giudiziaria quando il moto... chiedo scusa, il furgone era già stato portato via. Mi occorrerebbe una foto... ecco. Signora, ha presente questa zona? Dove c'è la freccia è dov'era il furgone.
A.D.G.: Be', il muro è quello di casa mia, di dove abitavo.
P.M.: Ecco, perfetto, perfetto, questo volevo… Ampliamo la foto.
Presidente: Quel muro lì sarebbe il muro della villa?
A.D.G.: Sì.
P.M.: Quindi il motorino era, rispetto alla freccia, sulla sinistra?
A.D.G.: A sinistra...
P.M.: Ecco, ora non si vede perché non abbiamo la foto del cancello.
A.D.G.: Più in fondo naturalmente c'è il cancello.
P.M.: Bene, c'era questo motorino. Senta, lei ha la possibilità, ovviamente con il suo ricordo, di vedere cos'ha memorizzato di questo motorino? Che tipo era, se aveva colore...
A.D.G.: Io devo premettere che di motorino non ci capisco nulla.
P.M.: E questa è una premessa, non sono necessarie, ma per noi utilissime per capire...
A.D.G.: Però era un motorino vecchio, questo me lo ricordo.
P.M.: Era un motorino, quindi non un Ciao, per intendersi, questi motorini; uno di quelli un pò'...
A.D.G.: Un motore che aveva i motori davanti, rigonfi.
P.M.: Quindi forse era un serbatoio.
A.D.G.: Eh, si, forse è il serbatoio, non lo so.
P.M.: Senta, le sono state mostrate delle foto dalla Polizia Giudiziaria di motorini. Ricorda?
A.D.G.: Sì.
P.M.: Ecco. Lei ricorda quel motorino che vide, di che colore era?
A.D.G.: Sul colore non sono assolutamente sicura.
P.M.: Era chiaro o scuro?
A.D.G.: Più sullo scuro.
P.M.: Più sullo scuro. Senta, signora, è vero che lei alla Polizia Giudiziaria disse, "Era di un colore rosso sbiadito."?
A.D.G.: Eh si, sul rosso sbiadito. Scusi.
P.M.: Ha visto che è...
Presidente: Va bene, non lo ricorda...
P.M.: Le vorrei far vedere le foto...
A.D.G.: Sì però anche ìl insomma, tra tanti colori che mi hanno fatto vedere, penso.
P.M.: Non era bianco, signora?
A.D.G.: Non era bianco.
P.M.: Non era celeste.
A.D.G.: No, mi sembra di no.
P.M.: Bene, allora facciamo vedere alla signora le foto del motorino che le è stato mostrato, come forma e che per la Corte è il motorino sequestrato al signor Pietro Pacciani. Come forma, prescindiamo dal colore, signora, le sono state mostrate queste foto?
A.D.G.: Sì. Ricordo solo questa palla davanti che non so se è il motore, il serbatoio, non so.
P.M.: Mostriamo qualche altra foto, dove sotto quel motorino aveva... Ecco quella sulla destra, c'è un colore.
A.D.G.: Sì, più o meno è di quel colore lì.
P.M.: Quello che si vede sotto.
A.D.G.: Sì.
P.M.: Non ho altre domande.
Presidente: Che foto è questa qui per favore. Che numero è? È la numero 3, rappresenta la forcella del motorino dove è stata...
P.M.: Sequestrato a Pietro Pacciani, ci sono i verbali.
Presidente: Sequestrata al Pacciani dove è stata grattata la vernice superficiale per mettere in evidenza il colore sottostante. La precedente era la foto numero 2, sì.
P.M.: Signora, scusi, un'ultima domanda. Con lei... ha detto c'era qualcun altro che aveva visto questo stesso motorino, o ho capito male?
A.D.G.: Sì.
P.M.: Si ricorda come si chiama?
A.D.G.: Si chiama Pupa Martelli, e Pratesi.
P.M.: Cioè, sono due persone diverse, è un...
A.D.G.: No, sono un uomo e una donna. Pupa Martelli e il signor Pratesi, che ora il nome non me lo ricordo.
P.M.: Il signor Pratesi lei lo riferì alla Polizia Giudiziaria. Questa Pupa Martelli cos'è una donna?
A.D.G.: Sì.
P.M.: Questo non è nel verbale, Pupa Martelli, non c'è.
A.D.G.: Sì, Pupa è il suo... come si chiama.
P.M.: Sì, no, non c'è nessun nome di questo tipo.
A.D.G.: Sì, perché si chiama Sbraci, la signora Sbraci.
P.M.: Però lei non lo disse alla Polizia Giudiziaria.
A.D.G.: Non me l'hanno chiesto.
P.M.: Eh, ma non lo sapevano, signora. Allora, metto in evidenza che c'è questa signora Sbraci, scusi?
A.D.G.: Sbraci Pupa, io la conosco come Pupa.
P.M.: Bene, che vide anche lei questo motorino?
A.D.G.: Sì.
P.M.: Ecco, poi io chiedo di identificare questa signora, perché lo apprendo oggi, mentre Pratesi l'ho convocato. Della signora, dice giustamente la nostra teste, la Polizia non gliel'ha chiesto, ma lo apprendiamo oggi; la Polizia evidentemente non lo , sapeva. Chiedo previa identificazione che tentiamo noi, di sentire anche questa signora, non ho altre domande alla teste.
Presidente: Scusate un attimo, abbiamo identificato bene quella foto dove sarebbe stato appoggiato il motorino contro quel muro ecc. Che foto era? Perché già abbiamo rilievi... molto scarsi; è la numero 1, la foto numero 1, che raffigura il luogo dove ci sarebbe stato questo camper, e sullo sfondo ci sarebbe stato il muro dove sarebbe stato appoggiato il motorino che ha visto.
A.D.G.: Non sul muro, dentro al cancello, vicino al cancello...
Presidente: Signora, abbiamo dei rilievi che chiamare indecenti è poco, perché capito io...
P.M.: Vicino a quel muro c'era un cancello e vicino...
A.B.: No, questo lo vedremo, perché vicino a quel muro non c'è niente.
P.M.: Facciamolo dire alla signora.
A.D.G.: Io ho parlato, all'ingresso del cancello...
P.M.: Mi scusi, abbiamo per fortuna la teste che ce lo racconta lei, quindi le foto le facciano se è necessario, quindi...
Presidente: E, le facciano, facciamole...
P.M.: Benissimo, la signora ci racconta che la sua villa, o dove abita, aveva un cancello, mi sembra una cosa cosi naturale...
A.D.G.: Sì, però la villa, la villa è in Via Volterrana, 82; la via dove è successa questa cosa è via di Giogoli. per cui non può essere lo stesso ubicato lì, se fosse stato attaccato al muro sarebbe stata Via di Giogoli... invece è al cancello, per cui è via Volterrana, 82.
P.M.: Bene, perfetto, noi la facciamo fotografare se necessario la signora.. .
Presidente: Però io credo che sarebbe una cosa opportuna per tutti...
P.M.: Però, Presidente, la signora, ricordo, a me stesso ha detto a venti metri da lì, ho capito bene?
A.D.G.: Devi girare l'angolo e tutto...
P.M.: Bene, bene
Presidente: Allora qui se ci si fornissero almeno…
P.M.: Noi le forniremo tutte le foto necessarie del luogo, bene?
Presidente: Delle foto necessarie, magari la signora gentilmente.
P.M.: La signora se sarà così gentile la facciamo tornare. Non ho altre domande al momento
Presidente: Avvocato...
P.M.: Scusi, la domanda era quella, la persona di cui fa il nome oggi, che avrebbe visto, se non ho capito male si chiama Pupa Martelli Sbraci?
A.D.G.: Sì.
P.M.: Ci ha, ha qualche altro dato per identificarla meglio, dove abita?
A.D.G.: È la proprietaria della Villa Sfacciata.
P.M.: Perfetto, grazie. 

Nessun commento: