Social Icons

.

domenica 18 gennaio 2009

Clelia Cuscito

Prostituta, ex infermiera, il 14 dicembre 1983 fu trovata morta nella sua abitazione in via G.P. Orsini, 64 a Firenze, dal fratello Bruno.. Il cadavere fu rinvenuto nella camera da letto con le gambe divaricate, indossava una maglia che era stata sollevata fino alle spalle ed un paio di scaldamuscoli. Era stata torturata con un'arma da taglio che aveva provocato ferite al collo e al ventre ed infine era stata soffocata con il filo del telefono. Nel pugno del cadavere fu trovato un ciuffo di capelli "strappati e non caduti di colorito castano tagliati recentemente all'apice, abbastanza robusti, con bulbo sottile, allungato e circondato da numerose fibre" appartenenti ad una persona con gruppo sanguigno di tipo B. La perizia rivela: "Hanno i caratteri morfologici indicativi di un loro brusco distacco dal cuoio capelluto ed è pertanto possibile che si siano trovati nella mano della vittima perchè strappati dalla capigliatura dell'aggressore in un ipotetico e disperato tentativo di difesa". Tutti i reperti furono distrutti e non fu possibile compararli successivamente con eventuali indagati. Dalle testimonianze rilasciate da Lorenzo Nesi emerse che Mario Vanni aveva frequentato la prostituta.
Rif.1 - Il mostro pag.247 e 341

Nessun commento:

 
Blogger Templates